Scala retrattile per soffitta e terrazzo: informazioni, modelli e prezzi

17
views
scala retrattile
scala retrattile

Soppalchi, terrazze e soffitte, sempre più presenti come metrature aggiuntive rispetto alle camere e agli spazi di un’abitazione, necessitano di particolare attenzione soprattutto nella scelta delle scale di accesso. Possiamo sbizzarrirci come e quanto vogliamo nella scelta della scala ideale, intesa come struttura di collegamento in grado di assolvere alla sua funzione e adattarsi al meglio all’ambiente in cui verrà inserita.

Nel caso di appartamenti ampi, quando non ci sono problemi di spazi, si può optare per una scala a giorno realizzabile in legno, metallo, acciaio, vetro e adattabile in ambienti dallo stile classico, moderno e contemporaneo.

Ma quando ci troviamo difronte monolocali, bilocali o piccole appartamenti dalle contenute metrature appare quasi obbligatorio optare per una scelta diversa. Le cosiddette soluzioni salva-spazio risultano ideali nel caso in cui ad ambienti come soffitte e terrazzi non accediamo frequentemente.

Fatte queste premesse, possiamo ben dire che la scala retrattile rappresenta la scelta migliore per accedere a questi spazi di servizio.

Per chi non conoscesse le sue potenzialità e caratteristiche, andiamo a scoprirle insieme!

scala retrattile
scala retrattile

Cos’è la scala retrattile?

La scala retrattile è una scala a scomparsa che viene realizzata per l’accesso non abitudinario ad ambienti come le soffitte o i soppalchi. Questa viene considerata come la scelta ottimale perché non impiega lo spazio che occuperebbe una scala fissa, come ad esempio la scala a chiocciola.

scala retrattile
scala retrattile

Come e in quali ambienti si può utilizzare?

La scala retrattile è adoperata sia per ambienti interni e sia per quelli esterni come nel caso di accesso ai tetti. Comunque il primo utilizzo è sicuramente quello più diffuso e i materiali impiegati per la realizzazione sono, per lo più delle volte, il ferro zincato, l’alluminio e il legno.

La struttura della scala retrattile

La scala retrattile presenta una struttura a soffietto, a fisarmonica o ad elementi che si richiudono su sé stessi. La maggior parte di modelli prevedono un azionamento manuale grazie ad un’asta (o bastone) sulla quale è montato un gancio; altri modelli, invece, prevedono un sistema a servomotore correlato ad un comando in remoto.

scala retrattile - struttura
scala retrattile – struttura

Entrambi i modelli possono avere i pannelli di chiusura in truciolare, in multi strato oppure in compensato marino, con la guarnizione anti spiffero e anti polvere.

Questo tipo di scala raramente presenta un corrimano, anche se è possibile richiederlo.

Inoltre un alto livello di sicurezza è garantito dai gradini con rialzi antiscivolo che possono sostenere un peso massimo di ben 450 kg.

La scala retrattili vanno inserite in una sorta di cassonetto che la contiene e la “nasconde” per poi essere tirata fuori solamente quando è necessario.

I materiali adoperati

In certe situazioni e in determinati tipi di ambienti questo tipo di scala appare una decisione quasi scontata, mentre la scelta dei materiali non è sempre così ovvia. Quelli chiaramente più utilizzati per la scala a scomparsa sono: acciaio, alluminio e legno.

La scelta del materiale è direttamente proporzionale al budget che si vuole spendere.

Ecco alcune tipologie…

  • La scala a pantografo prevede l’apertura e la chiusura della botola mediante un’asta realizzata in alluminio.
  • La scala pieghevole a pezzi ha una scala in legno pieghevole composta da tre o da quattro segmenti.
  • La scala a parete ha un accesso verticale alla parete.
  • La scala manuale ha un bastone laterale
  • La scala automatica ha un telecomando.

Montaggio della scala “fai da te”? Ti aiutiamo noi

Se volete fare a meno dell’aiuto di un professionista per il montaggio della scala, possiamo aiutarvi noi tenendo in considerazione piccoli ma importanti accorgimenti.

Iniziamo con la misurazione dell’altezza che intercorre tra il soffitto ed il pavimento; consideriamo la consistenza della parte e il foro del soffitto che deve necessariamente avere le stesse misure della scala da inserire. Inoltre dobbiamo considerare che lo spazio minimo per aprire la scala deve essere tra i 150 e i 170 cm.

Prese queste misure, possiamo metterci all’opera!

  • Estraiamo la scala della scatola d’imballaggio ed inseriamola nel foro;
  • Inseriamo la quattro staffe posizionate sopra le barre filettate e blocchiamo la scala;
  • Avvitiamo le viti e fissiamo la scala;
  • Apriamo tutta la scala e chiudiamo la serratura lateralmente;
  • Posizioniamo il corrimano (se presente) di fianco ed infine avvitiamo le viti.

Scale retrattili a confronto: i prezzi

La scala retrattile per terrazzo è dotata di cassone esterno con botola d’apertura per l’accesso al terrazzo, può essere dotata anche essa di accessori come il doppio corrimano, il pannello multistrato e i blocchi per la chiusura del cassone.

Scala retrattile a pantografo

Scale retrattile per terrazzi in acciaio a settori
circa 950,00 € circa 1.300,00 €
scala retrattile per terrazzo
scala retrattile per terrazzo

Come scale retrattili a botola per parete vi mostriamo: la scala a fisarmonica in pressofusione di alluminio e la scala a pantografo con 11 gradini realizzati in lamiera d’acciaio.

Scala a fisarmonica in pressofusione di alluminio Scala a pantografo in acciaio
circa 570,00 € circa 358,00 €
Scala a pantografo in acciaio
Scala a pantografo in acciaio