Scale salvaspazio per soppalchi: soluzioni per un ingombro minimo (con esempi e foto)

24
views
Scala per soppalco

Le grandi città offrono spesso case piccole, con ambienti dalle dimensioni ridotte e di conseguenza con poco spazio vivibile. Come fare se necessitiamo di una stanza in più, magari per creare uno studio? Una delle soluzioni più pratiche in assoluto è costruire un soppalco. Comodo, bello e per nulla ingombrante.

A questo punto si presenta un nuovo problema: la scala. Dobbiamo trovare un modello che non occupi molto spazio ma che sia comunque pratica per salire nella nostra nuova stanza. In commercio esistono numerose soluzioni e delle apposite scale salvaspazio per soppalchi.

Andiamo a vedere come fare per installare una scala con poco ingombro, magari anche removibile o estraibile.

Scale salvaspazio per soppalchi: tutti i differenti modelli

Di scale molto piccole ne esistono un gran quantitativo di modelli. Possiamo passare dalle miniscale, alle scale a chiocciola a quelle a pioli removibili, a scomparsa o a scorrimento. Sono tutte soluzioni molto pratiche, ideali per sfruttare al massimo lo spazio che si ha a disposizione.

Scala a chiocciola

Scala a chioccola per interni

Rispetto alla comune scala a giorno permette di risparmiare spazio perchè si sviluppa su se stessa. Certo, bisogna considerare che non è indicata proprio per tutti: bambini o persone con abilità motoria ridotta potrebbero trovarla scomoda, se non pericolosa.

Il suo design, completamente personalizzabile per quanto riguarda i materiali e lo stile, la rende perfetta per tutte le case. Installandola avremo molto spazio risparmiato, dato che occupano solitamente un massimo di 130 cm a terra, e un bellissimo complemento di arredo che sicuramente cattura l’attenzione.

Miniscale

Come suggerisce il nome, le miniscale sono ideate per occupare uno spazio molto ridotto e sono perfette se non si desidera il modello a chiocciola. Hanno un massimo di ingombro a terra di 150 cm e la loro struttura le rende adattabili a tutte le esigenze. Una grande comodità di questo modello di scala è l’ottimo appoggio per il piede, stabile e sicuro.

Scala retrattile / scala “a scomparsa”

Se il nostro soppalco non consiste in una vera e propria stanza, ma in un locale che non utilizziamo tutti i giorni, possiamo valutare di installare una scala retrattile.

Il vantaggio principale di questo modello consiste nel fatto che, quando la scala non ci serve, la possiamo far sparire completamente e tirarla fuori solo in caso di necessità. Lo spazio che occupa, quindi, è davvero irrisorio.

Ne esistono vari tipi: ad apertura manuale o motorizzate, pieghevoli o a soffietto. In qualunque caso sono davvero utilissime quando è impossibile installare le scale a chiocciola o le miniscale.

Scala a pioli

La classica scala, che può essere realizzata in legno o in acciaio, in base allo stile della propria abitazione. Essendo un modello molto essenziale presenta molti vantaggi: è bella da vedere, occupa pochissimo spazio ed è perfetta soprattutto per accedere ai letti a soppalco. Può essere costruita su misura o comprata prefabbricata.

Ha anche, però, qualche svantaggio. Sicuramente non è idonea per bambini piccoli, per persone con difficoltà motorie o per anziani.

Scala a pioli scorrevole

Una variante alla normale scala a pioli è il modello scorrevole, che scivola all’interno di un binario e che permette alla scala di essere spostata per la larghezza dello stesso. Come per il modello precedente presenta vantaggi in termini di spazio e svantaggi in termini di comodità.

Si tratta, comunque, di un’ottima soluzione soprattutto se abbiamo a disposizione poco spazio e desideriamo una scala versatile, in grado di spostarsi in base alle nostre esigenze.


Questi sono tutti i differenti modelli di scala che possiamo utilizzare in caso di poco spazio. Bisogna ricordare che, però, non tutti possono sempre essere installati per questioni di spazio e di norme. E’ necessario affidarsi ad un esperto per valutare insieme a quale tipo di scala ricorrere.